La nostra missione

 
I tesori della Biblioteca Apostolica Vaticana

Il progetto “Apprezziamo la bellezza” è ambizioso sotto ogni profilo anche perché si propone di realizzare interventi che il Pubblico, da solo, non è più in grado di affrontare.

Si deve, infatti, evidenziare che gli interventi di recupero, protezione e restauro di beni culturali pubblici incrociano spesso difficoltà di natura scientifico/esecutiva ed in molti casi divengono problematici per difficoltà burocratico-amministrative. Gli stessi interventi, poi, incontrano quasi sempre difficoltà conseguenti alla loro onerosità sotto il profilo economico-finanziario.

Editutto è in grado di affrontare e risolvere buona parte delle accennate difficoltà in quanto la sua progettualità è da tempo collaudata ed i collaboratori di suo riferimento hanno la cultura, la conoscenza e le competenze necessarie al buon esito di operazioni altamente qualificate come quelle che riguardano il restauro/recupero dei beni culturali pubblici.

Editutto può assicurare che le difficoltà iniziali per l’individuazione dei beni culturali pubblici meritevoli di protezione potranno trovare soluzioni anche grazie alle informazioni contenute nella propria “banca dati”, costantemente alimentata da tutte le notizie in materia diffuse di giorno in giorno.

L’aspetto giuridico-amministrativo dei medesimi interventi potrà anche essere valutato, preventivamente ed in corso d’opera, da esperti di rilevanza internazionale che Editutto annovera tra i propri collaboratori.
Editutto, poi, per la fase esecutiva delle opere di restauro, attraverso i suoi incaricati, è in grado di selezionare Imprese che hanno accumulato esperienze specifiche di indiscusso valore; Imprese che potranno eseguire i delicati lavori sotto la direzione di tecnici per i quali Editutto potrà offrire le migliori referenze.

Tutte le accennate attività potranno ancora essere valutate da Comitati Scientifici consultivi organici a Editutto; Comitati che costantemente monitorano sul panorama mondiale ogni manifestazione d’interesse ed ogni attività protesa al restauro dei beni culturali.

Per quanto, infine, attiene il reperimento delle risorse finanziarie che gli interventi di restauro richiedono Editutto si propone, attraverso gli addetti incaricati, come esecutore di attività di scouting particolarmente orientato nel mondo delle Imprese che in più circostanze si è fatto partecipe dell’esigenza di recupero dei beni culturali pubblici. Imprenditori, infatti, di varia natura e dimensione hanno più volte manifestato la loro disponibilità ad “adottare” un monumento od un bene culturale da recuperare per far sì che essi rimangano per sempre a disposizione dell’umanità.

Si ritiene che l’accennata attività di scouting non costituisca difficoltà insormontabile anche se il momento congiunturale non è dei migliori. Ciò non foss’altro per il fatto che lo Stato ha finalmente legiferato in modo tale da rendere meno pesante l’approccio all’attività di recupero del patrimonio culturale. Si ricorda, al riguardo, che il 65% (al massimo) delle somme destinate da società al recupero di monumenti o beni culturali pubblici possono essere dalle stesse recuperate in tre anni tramite la compensazione con le imposte dovute.

Anche quest’ultima attività (scouting, pratiche amministrativo-fiscali ecc.) potrà essere svolta dal team di esperti che affiancherà Editutto, sollevando i privati interessati alla meritoria iniziativa di recupero di opere dell’umanità.